Pubblicazioni

CHIUSA ANTICA                      
Associazione per la valorizzazione storica e artistica della Valle Pesio

 

 

homepage

 

OPERE DEL FUOCO

Il volume presenta anche ad un pubblico non specializzato le due principali realtà economiche che hanno caratterizzato la storia della valle Pesio: la Regia manifattura di vetri e cristalli e la Ceramica.

Nel primo caso si tratta di un episodio noto sino a poco tempo fa solo agli specialisti del settore, grazie alle ricerche, avviate alla metà degli anni '40 dal pionieristico studio di Augusto Cavallari Murat e proseguite per impulso di studiosi e docenti universitari dell'area torinese, in particolare dalla dott.ssa Laura Palmucci Quaglino. Il libro ripercorre, con il corredo di documenti e di immagini, gli aspetti storici, economici ed architettonici dell'imponente complesso industriale, a partire dai primi contatti con le maestranze straniere per carpirne i segreti sino a giungere alla figura del grande imprenditore Avena, che seppe dare fama europea con la produzione di pregevoli oggetti d'arte e lastre in cristallo.

Nella seconda parte il volume si sofferma sulla nascita e sullo sviluppo della fabbrica di ceramica, partendo dai manufatti in "terra rossa" per cui la Chiusa del Sei-Settecento andava famosa in tutto il Piemonte grazie alla qualità dell'argilla locale ed alla tipologia di lavorazione. L'evoluzione dell'impresa, nei suoi momenti di lustro così come nelle inevitabili fasi di recessione, è accompagnata dal doveroso ricordo di chi la diresse e di chi vi lavorò con passione e capacità artistiche.

Infine il libro presenta un breve catalogo dei manufatti esposti nel museo, nato nel 1999 da un'idea di un gruppo di amici e realizzato in questi anni dall'amministrazione comunale.

Autori vari, 2004, 190 pp., 20 euro (10 per gli abbonati)

(pagina dimostrativa)

 

CHIUSA DI PESIO DALLE ORIGINI AL DUEMILA

E' nata da un minuzioso lavoro di ricerca archivistica questa vera e propria "enciclopedia" che narra le vicende della valle Pesio e dei suoi abitanti, a partire dalle origini del primo villaggio preistorico mille anni prima della nascita di Cristo sino ai giorni nostri. La trama, che fonde precise ricostruzioni storiche a curiosità e piccoli segreti, traccia l'identità di un fiorente paese, collocato ai piedi di una valle e bagnato da un torrente, il Pesio, capace di offrire peculiari opportunità di sviluppo economico, ma anche momenti di grande apprensione. E' la storia di un popolo che ha saputo lottare contro le avversità della natura e il sopruso dei potenti e ricchi signori, il feudatario locale, la Certosa di santa Maria, distinguendosi per ingegno e capacità di adattamento. Ecco scorrere via via gli episodi cruciali, le pestilenze devastanti come quella del 1630; il saccheggio perpetrato dall'esercito franco-spagnolo nel 1744; il turbine napoleonico con il mistero del tesoro sotterrato in un angolo del paese; lo sviluppo di prestigiose manifatture come la vetreria e la ceramica; la profonda religiosità popolare della gente con il fiorire di cappelle campestri, piloni votivi, affreschi sacri, ex voto e reliquie; le tragiche vicende del primo conflitto mondiale seguite da una singolare connotazione politica nel panorama cuneese; infine il secondo conflitto mondiale e la lotta partigiana della banda capitanata da Piero Cosa. Il tutto è corredato da un ampio apparato fotografico.
Rino Canavese, insegnante, da anni si dedica a ricerche sulla storia del comune di Chiusa di Pesio. Dopo aver sostenuto due tesi universitarie sulla storia della valle, ha collaborato a riviste e giornali locali e ha pubblicato libri e opuscoli vari sulla religiosità popolare, la banda musicale, la chiesa parrocchiale, le confraternite. Ha realizzato mostre e censimenti sull'arte sacra popolare, l'architettura e l'archeologia industriale della zona. Attualmente è consigliere e coordinatore dell'Associazione "Chiusa Antica".

 R. Canavese, 2008, 2 tomi, 950 pp., 50 euro (40 per gli abbonati)

 

(pagina dimostrativa)

 

LA CONFRATERNITA DI SAN ROCCO IN CHIUSA DI PESIO

Le tracce della religiosità popolare di Chiusa di Pesio sono narrate seguendo passo dopo passo le vicende dell'antica confraternita di san Rocco, dal primo oratorio del Cinquecento sino ai giorni nostri, attraverso le fasi costitutive e le opere di decorazione e di arredo liturgico.

Una storia traboccante di opere di carità da parte di una comunità di fedeli che nel corso dei secoli si sono impegnati con dedizione e sacrificio a rendere la loro chiesa sempre più ricca ed accogliente; di profonda umanità e di fervente ardore cristiano espressi nel corso delle molteplici funzioni religiose, in cui tutti si sentivano partecipi di un grande progetto comune, intimo e intenso, da realizzare a difesa della propria salute spirituale e materiale.

Il libro è corredato da una serie di immagini che illustrano gli aspetti architettonici ed artistici della chiesa.

R. Canavese, 2009, 70 pp., 10 euro (offerta alla Confraternita di san Rocco)

(pagina dimostrativa)

 

LA CONFRATERNITA DELLA SS. ANNUNZIATA IN CHIUSA DI PESIO

La storia di una confraternita è la storia di un edificio religioso, ma anche - e soprattutto - di un'associazione e di una comunità attraverso cui si possono leggere capitoli importanti della storia di un paese. Chiusa di Pesio e la confraternita dell'Annunziata, tra arte e fede, tra gesti simbolici e concreti di assistenza  e di presenza lungo molti secoli di vita del paese.

Il libro è corredato da una serie di immagini che illustrano gli aspetti architettonici ed artistici della chiesa.

 

R. Canavese e F. Quasimodo, 2010, 62 pp., 10 euro (offerta alla Confraternita della SS. Annunziata)

(pagina dimostrativa)

 

 

I GRANDI PERSONAGGI DELLA VALLE PESIO

In questa pubblicazione vengono tratteggiate le figure umane e professionali di dieci personaggi che, a cavallo fra ottocento e novecento, hanno dato lustro a Chiusa di Pesio. Si tratta di "chiusani” che si sono distinti nell’ambito della cultura, dell'insegnamento, della medicina, della politica, dell’economia, della generosità e della fede religiosa.

Attingendo a testimonianze orali, alle numerose pubblicazioni di carattere storico, alla documentazione archivistica ed ai notiziari dell’epoca nei quali si parla a diverso titolo di loro, il libro conduce alla scoperta dei "Grandi Personaggi della Valle Pesio”: Giuseppe Avena, Tommaso Vallauri, Biagio Caranti, Domenico Oreglia, Giuseppe Carle, Antonio Carle, Alessandro Mauro, Ernesto Eula, Piero Cosa e Giovanni Cotella.

 

Ezio Castellino, giornalista pubblicista, direttore responsabile della rivista semestrale "Chiusa Antica", corrispondente del settimanale “Unione Monregalese", Capo Ufficio Stampa dell'Ente di Gestione dei Parchi e delle Riserve Naturali Cuneesi, autore della pubblicazione “I Certosini della Valle Pesio", coautore dei libri "Pietre Vive: storia della chiesa parrocchiale di Sant’Antonino”, “La guida del Parco alta Valle Pesio e Tanaro: natura storia itinerari" e "Opere del Fuoco: il Museo della Regia Fabbrica dei Vetri e Cristalli e della Ceramica di Chiusa Pesio", ideatore e curatore del "Percorso storico della Roccarina" e dei documentari in DVD "La Certosa di Pesio", “Le Riserve Naturali del Cuneese","30 anni da Parco" e del film documentario "Un Garibaldino sulle Orme dei Certosini”.

E. Castellino, 2011, 72 pp., 20 euro (10 per gli abbonati)

(sintesi)

 

Volumi

editi dal comune o da enti e associazioni chiusane

Titolo Autore Anno Descrizione Reperibilità
La Chiusa di Pesio P. Camilla 1985 Le vicende della valle sino allo stato moderno attraverso i suoi documenti più antichi, le pergamene e gli statuti comunali: trascrizione del testo latino e commento Non più in vendita, ma reperibile nelle biblioteche locali

(elenco pergamene)

La banda musicale "G. Vallauri" R. Canavese 1991 La storia della banda musicale del paese dai primi concerti di metà Ottocento sino agli anni 80 del secolo scorso Presso la sede della banda (offerta libera)
Pietre vive R. Canavese, E. Castellino, R. Bertone, L. Volpe 1994 La storia della comunità parrocchiale di sant'Antonino a partire dalla prima chiesa sul Paschero sino ai giorni nostri, con l'elenco dei prevosti, le attività religiose, l'arte sacra Presso la parrocchia di sant'Antonino (offerta 6 €)

(pagina dimostrativa)

Piloni votivi e cappelle campestri R. Canavese 1995 La storia della religiosità popolare attraverso i documenti e le testimonianze orali con ampio corredo di immagini a colori Non più in vendita, ma reperibile nella biblioteca locale

(pagina dimostrativa)

Il ripostiglio del monte Cavanero M. Venturino Gambari 2010 La storia più antica della valle Pesio alla luce dei reperti bronzei ritrovati sul monte Cavanero Presso il comune e l'Ufficio turistico
Chiusa di Pesio nel Risorgimento R. Canavese, G. Grenni, A. Ambrogio 2011 Il libro vuole celebrare i momenti salienti che hanno portato all’unificazione dell’Italia, in particolare le vicende legate al territorio chiusano ed ai suoi rappresentanti più significativi come Biagio Caranti e Costantino Greni. Contiene in calce l'elenco dei 460 chiusani che hanno preso parte alle guerre risorgimentali. Distribuito gratuitamente  presso il comune e l'Ufficio turistico

(pagina dimostrativa)

         
homepage